Home » #Dentro » SESTO INCONTRO SCUOLA-IMPRESA: IL PRIMO TAVOLO DI LAVORO GRUPPALE IN ITALIA A TEMA BELLEZZA

Il percorso di incontro e confronto scuola-impresa è giunto al sesto appuntamento con il meeting di martedì 26 settembre, che ha raccolto i rappresentanti di 12 scuole italiane nella nostra struttura: CIOFS – FP Piemonte di Torino, Centro Studi Teorema di Romano di Lombardia (BG), Educo di Brescia, Lepido Rocco di Treviso, Accademia Abba di Paderno Dugnano (MI), AFP Dronero di Cuneo, ECFoP di Monza, Essence Academy di Milano, Victory di Vicenza, San Vincenzo di Endine Gaiano (BG), ENGIM Torino di Torino, Cooperativa S. Giuseppe di Roè Volciano (BS). Focus dell’incontro è stato il lavoro gruppale dei rappresentanti delle scuole per definire i bisogni primari dei singoli istituti e capire come procedere.

La giornata si è aperta con l’introduzione del Presidente Giannantonio Negretti, che ha sottolineato l’obiettivo preliminare del progetto Proud to Be. “Dare un orientamento scientifico, oggettivo, all’iniziativa è fondamentale. L’abbiamo fatto definendo le missioni di un Operatore della Bellezza Professionale: prolungare la giovinezza, rafforzare l’autostima e smorzare l’ansia della cliente sono le cose da fare. Le ricerche psicologiche, sociologiche e scientifiche lo confermano”.

La parola è passata quindi al Prof. Toni Giorgi. Compito del Professore, vero direttore d’orchestra, è quello di coordinare il lavoro di gruppo, mettendo in luce bisogni e desideri dei partecipanti. In occasione della ricorrenza della giornata del sogno, celebrata il 25 settembre, Giorgi ha sottolineato l’importanza di mantenere vivi i propri sogni alla luce di Proud to Be. “Un’organizzazione è un sogno con delle scadenze. È indispensabile che i vostri studenti continuino a sognare. Solo il sogno rende possibile realizzare grandi cose”. È stato chiesto ai rappresentanti delle scuole di elencare dieci sogni, cambiamenti che vorrebbero attuare all’interno della loro struttura, potendo disporre di una bacchetta magica. È emersa la necessità di migliorare la comunicazione interna ed esterna al CFP: il dialogo docente-docente, docente-studente e la collaborazione scuola-impresa per la formazione degli studenti. Da più parti è stata sottolineata l’esigenza di migliorare locali e attrezzature delle strutture: servono più spazi di incontro e confronto, laboratori e aree comuni a cui dedicare nuovi progetti e attività extra. Spazi più creativi e accoglienti che simulino l’ambiente del negozio, e meno quello di un’aula scolastica. L’online e la tecnologia meritano più attenzione, così come l’orientamento mirato in entrata e in uscita. Sensibilizzare gli allievi alle grandi potenzialità del settore acconciatura e cosmesi è fondamentale, così come trasmettere loro la propensione a sognare e a credere di poter effettuare realmente dei cambiamenti. “Devono diventare Beauty Pioneers a tutti gli effetti”, ha sottolineato una partecipante.

Il denominatore comune di tutti gli interventi è stata la componente motivazionale. “Possiamo sfruttare questa motivazione per raggiungere i nostri obiettivi, attraverso l’ascolto e lo scambio. Serve costruire una squadra di CFP attorno a Proud to Be” ha rimarcato Giorgi, seguito a ruota dal Presidente Giannantonio Negretti: “I CFP che sono già nostri partner devono aiutarci a coinvolgere altri CFP. Un’aggregazione quantitativamente rilevante è il primo passo per porci all’attenzione delle istituzioni. Farà seguito un programma formativo all’altezza”.

Alla riunione del 26 seguirà l’analisi dei suggerimenti avanzati. Durante il prossimo incontro scuola-impresa, a novembre, sarà presentata una proposta di lavoro dettagliata.

Lascia un commento